L’aliyah dei Kaifeng: la storia di Li Chengjin

Li Chengjin vede l’aliyah come un’opportunità sotto diversi punti di vista. E’ un’opportunità per approfondire la sua fede, per rafforzare la sua capacità nel rispetto delle mitzvot, e anche un’opportunità per cambiare la sua carriera. “Lavoro come infermiera, ma non mi piace molto. Vorrei fare qualcosa di diverso”, ci dice.

Li-Cheng-Jin-with-passport

Quando la 28enne Li arriverà in Israele dalla Cina tra qualche mese, tutto sarà diverso, questo è sicuro – dal cibo alla lingua alla routine quotidiana, che inizialmente si svolgerà attorno ai suoi studi di ebraico all’ulpan e alle lezioni di Torah che la prepareranno al ritorno formale all’ebraismo.

Li è pronta. “Ho studiato per molti anni, ma c’è ancora tanto lavoro da fare”, ci dice. Attraverso lo studio, il lavoro, la fede tutto andrà meglio, sostiene, anche per gli ebrei di Kaifeng e per quelli di tutto il mondo.

Per molti aspetti Li è semplicemente una giovane adulta come tutti, ci dice che ama cucinare, leggere, ascoltare la musica e passare il suo tempo con gli amici. Ma la sua vita è anche diversa rispetto ai suoi coetanei di Kaifeng. Li è una presenza regolare agli incontri di Shavei Israel a Kaifeng, suo padre è uno dei leader della comunità.

Li è cresciuta sapendo di essere ebrea – “mio padre me l’ha detto dieci anni fa…all’inizio ero stupita, ma poi molto felice” – e oggi, racconta, “Osservo lo Shabbat e celebro le feste – Rosh HaShana, Pesach, Chanukkah e Sukkot – secondo i precetti. Più imparo e più rispetto i precetti”. Ovviamente mangia anche casher, cosa che i suoi amici rispettano.

Ma per fare un vero ritorno all’ebraismo, lei lo sa, “devo essere in Israele. Sono pronta!”.Per prepararsi all’aliyah, Li ha lasciato il suo lavoro qualche mese fa, per studiare ebraico a tempo pieno. Lavora con un tutor online provveduto da Shavei Israel e con uno dei nostri emissari a Kaifeng, Tuvia Gering.

Li sa che non sarà facile. “Ci sono poche persone a Kaifeng con le quali posso studiare davvero approfonditamente”, racconta. Ma se le chiediamo di cosa sia più orgogliosa nella vita, non ha dubbi. “Di essere ebrea”.

E presto Li sarà anche un’orgogliosa israeliana.

Puoi aiutare Li a fare aliyah e ad aiutare nell’integrazione in una nuova vita in Israele? Abbiamo creato un nuovo programma “Campagna Kaifeng” – per raccogliere soldi e aiutare Li a venire in Israele e rendere facile il suo inserimento nella società israeliana. Per favore visita la nostra pagina donazioni oggi. Per saperne di più sulla Campagna Kaifeng, visita questa pagina. E leggi il nostro sito per più aggiornamenti nelle prossime settimane.

Abbiamo chiesto a Li un’ultima domanda: qual è stato il momento più felice della tua vita? Ha risposto senza esitazioni: “Quando ho saputo che Shavei Israel mi avrebbe aiutato a fare aliyah. Questo è il maggiore punto di svolta della mia vita”.

L’aliyah dalla Cina è adesso nelle tue mani. Per favore dona generosamente.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s