La Spagna concede la cittadinanza a 4302 Ebrei Sefarditi

AF e AFP

Spanish-passport-290x300La Spagna ha concesso venerdì scorso la cittadinanza a 4302 persone, i cui antenati ebrei erano fuggiti dopo che nel 1492 era stato detto loro di convertirsi al cattolicesimo o andare in esilio, a causa dell’Inquisizione spagnola che ha assassinato molti ebrei sul rogo.

Le naturalizzazioni sono state approvate all’indomani dell’adozione da parte della Spagna delle nuove leggi di cittadinanza per i discendenti degli ebrei sefarditi, ha detto il Ministro della Giustizia Rafael Catala.

Il processo permette ai richiedenti di mantenere la cittadinanza originaria, affinché possano avere due nazionalità.

Il nuovo decreto “ci ha permesso di concedere in una seduta la nazionalità a 4302 persone di origine sefardita” le cui richieste erano già pendenti dalla legislazione precedente, Catala ha detto alla conferenza stampa dopo una riunione di gabinetto.

“Questo è un altro passo nello sviluppo della legge che garantisce la cittadinanza ai Sefarditi”, ha detto. “Ci è sembrato giusto, piuttosto che far loro rifare da capo tutto il processo, di velocizzare il processo”.

La Federazione spagnola delle Comunità Ebraiche ha lodato la naturalizzazione di massa, aggiungendo che la maggior parte dei richiedenti provenivano dal Marocco, dalla Turchia e dal Venezuela.

La nuova legge offre agli Ebrei Sefarditi e ai loro discendenti 3 anni per ottenere il passaporto spagnolo, con il permesso di lavoro nelle 28 nazioni della Comunità Europea.

Come per gli altri richiedenti la cittadinanza, si deve passare un test base di lingua spagnola e un test sulla cultura e storia spagnola.

Si deve anche creare una connessione moderna con la Spagna, che può essere semplice come una donazione a un’associazione spagnola o più costosa come l’acquisto di una proprietà.

La Federazione Ebraica Spagnola ha già ricevuto più di 5mila richieste d’informazioni sulla legge appena entrata in vigore. Nessuno ancora riesce a fare una stima di quante potranno essere le persone eleggibili, ma si pensa già a milioni.

Il Portogallo ha adottato un simile percorso di cittadinanza per gli Ebrei Sefarditi, facendo così ammenda riguardo alla decisione del 1496 in cui si davano agli ebrei 10 mesi per convertirsi o partire.

La richiesta di cittadinanza portoghese non richiede test o connessioni moderne al paese.

Le 204 richieste ricevute da quando la legge è entrata in vigore a marzo, sono tuttora in valutazione, ha detto il Ministero della Giustizia portoghese.

La Spagna inoltre permette la doppia cittadinanza ai nati in paesi che erano colonie spagnole una volta.

Questa misura vuole correggere quello che il governo spagnolo ha chiamato “uno sbaglio storico” dei monarchi cattolici che hanno esiliato gli ebrei nel 1492.

Gli storici credono che almeno 200mila ebrei vivessero in Spagna prima che i monarchi Isabella e Ferdinando ordinassero loro di convertirsi alla fede cattolica o lasciare il paese sotto la minaccia di morte.

Circa 3,5 di persone nel mondo con molta probabilità hanno antenati Sefarditi.

Questo articolo è apparso originariamente qui.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s