Parashat Mattot Maase

Rav Pinchas Punturello

הורדLe due Parashot di questa settimana Mattot e Maase raccontano il senso del dovere del rispetto del voto, quindi dell’impegno verso Dio ma in fondo anche verso la società e verso chi ti ascoltava e le tappe del lungo viaggio dei benè Israel nel deserto. Impegno e senso del cammino, parola data da mantenere e ricordo fondamentale dei luoghi e dei passi della propria storia.

Mentre scrivo queste righe riflettendo su questi significati, leggo la notizia di un tragico, commovente e singolare ritrovamento in una casa di Bilthoven, Olanda. A distanza di più di 70 anni, in seguito ad alcuni lavori di restauro, il proprietario di una casa ha trovato queste parole incise su un muro della casa: “Il Signore abbia pietà del popolo ebraico”. A scrivere questainvocazione sono stati Levi Site ed Ester Zilberstein, una coppia di ebrei di Amsterdam che furono poi deportati ed uccisi, e che chiedevano a chiunque avesse letto il messaggio di mettersi in contatto con la loro famiglia a guerra finita.

L’impegno e le tappe degli ebrei di Europa tornano in questo tragico messaggio e tornano a noi nella settimana della lettura di queste parashot ed allora penso: ci sono ancora ebrei a Bilthoven? E quante sono le tappe del nostro passaggio in Europa che sono state completamente spazzate via dalla violenza dell’uomo? E quello stesso uomo d’Europa è oggi pronto a farsi carico dell’eredità morale e reale di quel messaggio? “Cercate le nostre famiglie” scrissero i due sventurati lanciando un ultima speranza al resto dell’umanità e credendo che quella stessa umanità avrebbe risposto all’invocazione come si osserva un voto, un giuramento.

E’ cosi, oggi in Europa? Le tappe dimenticate e cancellate dei nostri cammini sono un impegno per tutta l’umanità? O sono solo vestigia di un passato del quale nessuno vuole farsi carico?

Il proprietario della casa in Olanda, il signor Yale Captna, ha ammesso di non aver ancora rintracciato la coppia, ma si è detto disponibile a entrare in contatto con i loro familiari per trasmettere il messaggio come richiesto dalla scritta. Ed intanto noi restiamo in attesa che l’Europa intera ci cerchi attraverso le tappe dei nostri viaggi e non dimentichi ciò che le abbiamo dato rispettando il voto di umanità che da 5000 anni osserviamo per noi e per gli altri.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s