I Rusape in Zimbabwe

Il Tabernacolo dei Rusape

Il Tabernacolo dei Rusape

Vi è una comunità di autoproclamati ebrei nel villaggio di Rusape, a circa due ore di strada da Harare, in Zimbabwe. I Rusape sostengono di essere ebrei spiritualmente, anche se non geneticamente, discendendo da una delle Tribù Perdute di Israele, esiliate dalla nostra Terra dagli Assiri nel 722 p.e.V.

Secondo il sito Jews of Africa, gli ebrei Rusape possono tracciare la loro recente incarnazione all’incontro del 1903, tra un ex schiavo americano – William Saunders Crowdy, che era stato anche pastore battista, e Albert Christian che portò gli insegnamenti di Crowdy, infine, in Sud Africa.

La comunità Rusape ha costruito il proprio “tabernacolo” a circa 7 km dalla cittadina, dove si riuniscono tutti insieme per pregare. Celebrano le stesse feste degli ebrei occidentali, studiano l’ebraico, e seguono le regole di vita ebraica, con origine nel Vecchio Testamento. La comunità conta diverse migliaia di persone.

Solomon Guwazah, della comunità Rusape, ha scritto una lettera al giornale The African Sun. Eccone qui un estratto:
“Noi crediamo che gran parte degli Africani (Neri) discenda di fatto dai primi Ebrei e quindi che la maggior parte dei Neri discenda dai 12 figli di Israele….Noi crediamo che la vera fede dei discendenti africani sia l’Ebraismo e non l’Islam, poiché l’Islam è la rivelazione dei discendenti di Ismaele”.

Un ebreo Rusape con lo shofar

Un ebreo Rusape con lo shofar

Wikipedia ci dice degli Ebrei Rusape:
La loro osservanza dell’ebraismo è in gran parte in sintonia con quella dell’Ebraismo tradizionale, praticato negli altri paesi, eccetto alcuni aspetti chiave. Gli ebrei Rusape, credono che Gesù nonostante non fosse il Messia, sia stato un profeta. Credono che non sia asceso in cielo come insegna il cristianesimo, ma che sia stato invece sepolto in Israele come un uomo normale.

Riguardo a William S. Crowdy, Wikipedia ci dice che costituì la comunità nel tardo Ottocento o ai primi del Novecento, dopo avere avuto una rivelazione in cui gli veniva detto che gli Africani e gli Afroamericani siano i discendenti delle Tribù perdute di Israele; e che quindi la sua missione sia far ritornare i neri all’ebraismo.

Poco dopo la sua rivelazione, Crowdy incontrò Albert Christian, a cui passò le sue idee sulla discendenza degli Africani dagli Ebrei. Christian infine si stabilì in Africa meridionale, istruendo i suoi seguaci sulle leggi e sugli usi dell’Ebraismo.

Una più antica storia della comunità sostiene che i Rusape siano discendenti degli ebrei yemeniti, che passarono in Africa, stabilendosi infine nelle zone odierne. Questa storia è simile a quella dei Lemba, che vivono in Sud Africa e Zimbabwe.

Gli ebrei Rusape credono, inoltre, che tutte le popolazioni Bantu discendano dalle 10 Tribù Perdute di Israele. A supporto di questa teoria, molti usi dei Bantu e degli Ebrei sono simili: la sepoltura dei morti nelle cavità, e lo sposare la moglie del fratello maggiore, se questi muore, tra le altre.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s